2011

TANZANIA
Continua il progetto con lo scopo di combattere la trasmissione del virus dell’AIDS dalla mamma al bambino, al momento del parto e durante i successivi sei mesi di allattamento, che rappresentano i momenti critici del contagio. L’uso dei farmaci antiretrovirali rappresenta una barriera alla possibile contaminazione, dando alla mamma ed al bambino un’aspettativa di vita fino a qualche anno fa insperata. Tutto ciò viene attuato nell’ ospedale missionario di Usokami.


ZIMBABWE

La scuola elementare è stata aperta con oltre 550 allievi. Mancava qualche cosa importante per i bambini più piccoli. Le Maestre Pie ci avevano pensato ma… i soldi erano finiti! Con un ulteriore sforzo della Congregazione, di questa Fondazione ed altri benefattori si è inaugurato un altro splendido edificio che ospita le tre classi della scuola materna. Altri bambini ed altro lavoro per le infaticabili Sorelle.

REP. DEM. DEL CONGO
Questo progetto prevede l’accoglienza dei fanciulli abbandonati, emarginati, dei bambini soldato, dei “bambini di strada” orfani a causa delle frequenti guerre che ci sono ancor oggi in Congo. Il Centro Don Bosco di Goma Ngangi, è nato 16 anni fa per far fronte all’emergenza creata dal genocidio del Rwanda.

UGANDA
Un’altra scuola… un’altra cisterna. Cosi’ continua l’aiuto all’infaticabile P. Paolino. In un territorio di 3.500 km quadrati quante scuole ancora e… quante cisterne per i suoi bambini. Oltre allo studio il missionario assicura per i suoi studenti anche un bicchiere di acqua.

I commenti sono chiusi.